TRIBUTI COMUNALI 2016

Con la Legge di Stabilità 2016 sono state apportate importanti variazioni alla IUC in particolare per TASI su abitazione principale ed IMU su terreni agricoli. Le novità sostanziali sono:

  • IMU su immobili concessi in comodato gratuito (comma 10): le impostazioni valide per gli anni precedenti sono completamente eliminate e viene introdotta una sola forma di comodato gratuito con riduzione del 50% della base imponibile. Si tratta di una impostazione molto restrittiva in quanto limita le possibilità del comodato gratuito a pochi casi: si deve essere proprietari di un solo immobile oppure di 2 immobili ma in tal caso uno dei due deve essere necessariamente abitazione principale del proprietario. In più c’è la condizione che l’immobile (o i due immobili) sia presente nello stesso comune dove si ha la residenza e la dimora abituale. Sono esclusi i comodati per le abitazioni di lusso (Cat, A1, A8 e A9)
  • IMU Terreni agricoli – esenzione per i terreni nei comuni riportati nella circolare Giugno/1993 come montani o parzialmente montani (in caso di parziale delimitazione – PD – l’esenzione vale solo per i terreni nelle zone parzialmente delimitate). Sono inoltre completamente esentati i terreni di proprietà e condotti da CD e IAP con iscrizione previdenza agricola e i terreni agricoli nelle isole minori. La detrazione di Euro 200,00 introdotta per il 2015 viene eliminata e viene eliminata l’esenzione per i terreni agricoli concessi in fitto o comodato da CD o IAP ad altri CD o IAP.
  • TASI Abitazione principale: viene eliminata la TASI sull’abitazione principale per i proprietari e la quota TASI a carico degli occupanti/inquilini quando per l’inquilino l’immobile in locazione è abitazione principale. Rimane invece in vigore la TASI per le abitazioni principali di lusso (Cat, A1, A8 e A9).
  • Esenzione IMU estesa agli immobili di cooperative edilizie a proprietà indivisa destinate a studenti universitari soci assegnatari, anche in deroga al richiesto requisito della residenza anagrafica
  • IMU e TASI Immobili locati a canone concordato: per gli immobili locati a canone concordato di cui alla legge 9 dicembre 1998, n. 431, l?imposta, determinata applicando l?aliquota stabilita dal comune, è ridotta al 75 per cento.

ALIQUOTE E SCADENZE 2016

TASI  * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

PAGAMENTO: autoliquidazione da parte del contribuente

SCADENZE: 16 giugno (I rata) – 16 dicembre (II rata)

ALIQUOTE:

  • Abitazioni principali e relative pertinenze, una per ogni categoria C2, C6 e C7, – per titolari di diritto di proprietà e diritti reali di godimento- (escluse categorie A/1-A/8-A/9 e relative pertinenze): ESENTI
  • Abitazioni principali appartenenti alle categorie  A/1-A/8-A/9 e relative pertinenze, una per ogni categoria C2, C6 e C7- per titolari di diritto di proprietà e diritti reali di godimento: 2,00 per mille
  • Fabbricati  rurali ad uso strumentale  di cui all’articolo 13,comma 8, del D.L. n. 201/2011, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 214/2011, e successive modificazioni: 1,00 per mille

DETRAZIONI:

  • € 25,00 per ogni figlio di età inferiore ad anni 26, rapportate al periodo dell’anno durante il quale abbia dimora abituale e residenza anagrafica  nell’immobile adibito ad abitazione principale del nucleo familiare nel quale è inserito.

vai al programma di calcolo

IMU  * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

PAGAMENTO: autoliquidazione da parte del contribuente

SCADENZE: 16 giugno (I rata) – 16 dicembre (II rata)

ALIQUOTE:

  • Abitazione principale del contribuente, limitatamente alla categorie A1, A8 e A9, e relative pertinenze ( una per ogni categoria C2, C6 e C7 ) e detrazione di imposta di € 200, 00 come di legge: 4,00 per mille
  • Tutti gli altri immobili oggetto di tassazione, comprese le aree edificabili e gli immobili del gruppo catastale  D e con esclusione  della categoria  D10 , esenti dal 1° gennaio 2014: 10,60 per mille
  • Fabbricati rurali ad uso strumentale  diversi dalla categoria D10 e privi delle caratteristiche di cui all’art 9, comma 3 bis,  del DL 133/1997: 2,00 per mille

NOTA:

Ai sensi dell’art. 13 comma 2 del D.L. 201/2011 è considerata abitazione principale, e pertanto è esclusa dall’applicazione dell’IMU: l’unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto, o di diritto di abitazione, da anziani o diversamente abili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata.

vai al programma di calcolo

TARI  * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

PAGAMENTO: mediante bollettini precompilati dal Comune

SCADENZE: 31 luglio (I rata) – 30 settembre (II rata) – 31 dicembre (III rata)

 

LINK AL PROGRAMMA DI COMPILAZIONE DICHIARAZIONE IMU

http://www.amministrazionicomunali.it/dichiarazione_imu/dichiarazione_imu.php

Allegati